Checkin:
Notti: Persone: Prenota ora

Cosa Vedere a Trabia e Cefalù

Il patrimonio artistico e culturale di questa terra è immenso e meraviglioso: da Trabia, Palermo passando per Cefalù.

Sorto sui resti di un antico casale arabo [Al Tarbiah, ovvero La Quadrata per la sua conformazione urbanistica – da cui siciliano ‘A Trabbìa], Trabia si trova a 34 chilometri da Palermo.

Le sue incantevoli colline che si alternano al mare pulito e la consolidata ospitalità degli abitanti, fanno di questo piccolo borgo una deliziosa meta di villeggiatura.

Di Trabia, oltre le spiagge ciottolose, si consiglia di visitare Piazza Lanza – chiamata in dialetto favarèlla – caratterizzata dalla presenza di antichi lavatoi e vasche colmate d’acqua limpida che da secoli sgorga dalle bocche dei leoni. Centro della movida estiva si tengono spesso spettacoli e concerti.

Altro luogo degno di nota è lo scoglio di Santa Rosalia, suggestivo posto da cui si può ammirare un tramonto mozzafiato in compagnia del Piscaturi, la statua di un pescatore che, da molti anni, sullo scoglio guarda il mare.

Le vie di Cefalù img_8988 Il mare di Cefalù

Con soli venti minuti si arriva a Cefalù. Sovrastato dal picco roccioso de la Rocca, questo incantevole borgo è lambito dal mar Tirreno – da un lato – e dalla catena montuosa delle Madonie – dall’altro.

Non si può non visitare l’imponente Cattedrale arabo-normanna, voluta da re Ruggero II e dichiarata patrimonio Unesco nel 2015. Con le due torri domina l’intera città mentre all’interno il bellissimo mosaico bizantino del Cristo Pantocratore, come uno scrigno dorato, custodisce gelosamente secoli di storia.

Il Porticciolo, come viene chiamato il vecchio porto di Cefalù, è l’antica porta della città sul mare. Un posto magico che merita una passeggiata, soprattutto di sera.

Immancabile è la visita a Palermo. La città delle delizie dove convivono armonicamente culture e tradizioni diverse. Bella e sconfinata, Palermo mostra orgogliosa le bellezze del suo passato: dalle cupole arabe ai palazzi barocchi fino ai suoi mercati storici, come Ballarò e Vucciria. Veri e propri monumenti viventi che rispecchiano la cultura poliedrica e cosmopolita della città.

Lo stile arabo – normanno è una delle principali caratteristiche della città di Palermo e unico nel suo genere. Per questo motivo che il 3 luglio 2015 il comitato del Patrimonio mondiale dell’Unesco ha dichiarato l’itinerario arabo – normanno Patrimonio Mondiale dell’Umanità, inserendolo così nella World Heritage List.

Chiama
Prenota